MARTEDÌ DELLO XENO – GLI U.F.O. DI CARS

 

Oggi al MARTEDÌ DELLO XENO degli esseri “motorizzati” dell’universo di Cars.

Gli U.F.O. (così chiamati) sono una specie di astronavi senzienti, tecnologicamente molto più avanzate dei veicoli terrestri, che provengono da un pianeta sconosciuto.
Hanno tutte una verniciatura bianca, occhi neri sul vetro della cabina di pilotaggio ed emettono un tenue bagliore bluastro.

Naturalmente in grado di volare, si possono dividere in due categorie: le Navi Madre e le Navicelle.
Le prime sono molto grosse e ospitano al loro interno degli hangar (con tanto di laboratori dove condurre esperimenti sui soggetti rapiti) in cui vivono e operano le seconde, approssimativamente delle dimensioni di una piccola macchina e con i denti sporgenti.
Quando parlano, inoltre, la loro voce risuona quasi robotica, come distorta elettronicamente.

La prima apparizione di questi alieni risale al 2009, nell’episodio “Cricchetto U.F.O.” della seconda stagione della serie Cars Toons, dove il carro attrezzi Cricchetto incontra uno di quelli piccoli e ci fa amicizia.
Quando però il piccolo viene catturato dalle forze governative e condotto al Parcheggio 51 (un dettaglio che mi ha molto fatto ridere, devo essere sincera), il camioncino si precipita in suo soccorso e con una rocambolesca incursione riesce a liberarlo.
I due vengono poi aiutati nella fuga da un’Astronave Madre, che oltre a loro rapisce il povero Saetta McQueen, che – letteralmente – passava di lì per caso.
Dopo un breve giro nello spazio, infine, due auto vengono lasciate andare e riportate a Radiator Springs.

Da allora, nonostante non siano più comparsi né sul grande né sul piccolo schermo, gli U.F.O. si sono visti più volte in altri prodotti del franchise, soprattutto fumetti e videogiochi.

CI VEDIAMO AL MUNFRÀ GAME DAYS!

 

Come già anticipato dai ragazzi di Warmasters Academy e Agilebalzo nelle loro dirette, Sabato 1 e domenica 2 giugno sarò al Munfrà Game Days!

Saranno due giorni interamente dedicati al gioco e al modellismo, con tantissimi tornei (Warhammer 40.000, Age of Sigmar, The Old World, Mordheim, Blood Bowl, Malifaux, Magic l’Adunanza), workshop di pittura e scultura, giochi di ruolo e da tavolo.
E, fra tutte queste attività, troverete anche uno stand dedicato ai miei libri: la saga post-apocalittica de “L’età della polvere“, “LEVEL UP!“, la mia guida introduttiva al GDR, e il romanzo parodistico “Solite Storie Noir – Lo stile non si compra“.

Se siete in zona e avete piacere, passate a trovarmi! Sono sempre contenta di conoscervi o rivederci di persona!

💣 DOVE? Palafiere Riccardo Coppo, Piazza d’Armi 1, Casale Monferrato (AL)

💣 QUANDO? Sabato 1 e domenica 2 giugno, dalle 9 alle 18.

💣 COME MI RICONOSCETE? Non sarò in costume da predona post-apocalittica ma avrò comunque i miei occhialoni. Non dovrebbe essere difficile!

UNA SERATA FURIOSA

 

La serata di ieri sera è stata una BOMBA!

Ho adorato le sequenze di combattimento di “Furiosa: A Mad Max Saga” che sono frenetiche e piene di dettagli. E poi i pesonaggi: Furiosa [lei straordinaria] Dementus [una piacevole scoperta] e Immortan Joe [che ho sempre amato].

Scena preferita?

“Scegli un Figlio di Guerra… uno qualsiasi…” BRIVIDI.

Le foto sono un po’ buie, un po’ sfocate ma poter presentare proprio questo film, con la mia trilogia post apocalittica “L’età della polvere”, nella mia città, è stata un’esperienza bellissima ed emozionante 💣💣

Grazie a Movie Planet, a tutti i presenti e agli amici che hanno voluto condividere questa prima visione con me!

L’AEROGRAFO CINEMATOGRAFICO con SIMONA BORDONARO e ALVISE ARDENGHI [DEVLAN MUDCAST EP. 5]

Una vetrina sul modellismo per conoscere alcuni dei migliori artisti del settore, guardare le loro opere e farci raccontare la loro visione, cosa li ha ispirati e quali tecniche preferiscono.

Oggi doppio ospite: sono con me Simona Bordonaro e Alvise Ardenghi del PAirate Studio, virtuosi dell’aerografo specializzati nel riprodurre soggetti presi da film, videogiochi, cartoni animati e fumetti, con una cura e un livello di dettaglio incredibili!

Musica di sottofondo: Godmode – To Pass Time
Immagine di sottofondo creata da Starline.

LIVE GDR – SINE REQUIE: 200 – PARTE 1 (feat. Serpentarium)

Ieri sera sul canale YouTube di Serpentarium è tornato Sine Requie Anno XIII!

Matteo “Curte” Cortini, Leonardo “Moro” Moretti, Fabio Passamonti e Simone Anselmi hanno giocato a “200”, l’avventura ambientata nel claustrofobico e alienante Soviet che avevo scritto per il Modena Play di quest’anno.

“Per soddisfare le richieste di produzione sei chiamato a compiere uno sforzo straordinario. Ma tu fai parte di un grande e funzionante meccanismo che non può essere fermato. Appartieni al popolo. E il popolo appartiene a Z.A.R. Quindi nessun sacrificio è troppo grande quando è in gioco il benessere collettivo. Vero?”

Non resta che scoprire la loro risposta a questo interrogativo.

MARTEDÌ DELLO XENO – MARVIN IL MARZIANO

 

Oggi al MARTEDÌ DELLO XENO un famoso alieno a cartoni animati.

Marvin il Marziano è un personaggio dei Looney Tunes (la nota serie di corti d’animazione prodotta dalla Warner Bros), spesso utilizzato come antagonista di Bugs Bunny e Daffy Duck.

Apparso per la prima volta nel 1948, ha l’aspetto di un piccolo e buffo ometto con una sfera nera come testa. Ha occhi grandi, è privo di bocca (pur potendo parlare) e indossa un elmo e un gonnellino che ricordano quelli dei soldati romani, curiosamente abbinati a un paio di scarpe da ginnastica.

Sempre equipaggiato con gadget e tecnologie avanzatissime, a livello caratteriale si presenta con una certa pacatezza (contrapposta per volere dell’autore, Chuck Jones, all’iracondo Yosemite Sam, altro antagonista di Bugs Bunny) e, con molto pragmatismo e tranquillità nel tono di voce, ordisce e spiega i piani con i quali intende ottenere effetti incredibilmente distruttivi.

Il suo obiettivo principale? Distruggere la Terra, perché da casa sua – il pianeta Marte – gli ostruisce la vista di Venere.

In Space Jam, tra l’altro, fa da arbitro alla partita di basket tra gli alieni e i cartoni Looney Tunes, visto che rientra in entrambe le categorie e questo – in teoria – lo pone in una condizione di neutralità.

Ultima curiosità: il personaggio è rimasto anonimo per molto tempo dopo la sua prima apparizione. Nei cortometraggi dagli anni ’40 agli anni ’70, infatti, il suo nome non viene mai pronunciato. Comincerà a essere chiamato “Marvin il Marziano” solo tra gli anni ’80 e ’90, per ragioni legate al merchandising.

PLAY 2024 IN 4 PASSAGGI

 

Breve riassunto del PLAY: Festival del Gioco in quattro passaggi.

1. Io felice di tutti gli incontri e le sorprese che ho ricevuto [tra cui una miniatura di Trench Crusade che proverò a dipingere].

2. La sessione nel Soviet [Sine Requie] con un tavolo splendido, ospite da Gli Araldi [che ringrazio per avermi voluta nel team anche quest’anno]!

3. Partita ai tavoli di Mordheim Italia con Nicoletta Rosellini.
Stava andando tutto bene ma a una certa i dadi hanno smesso di collaborare. Sentivano l’ereticinitudine scorrere sul tavolo.

4. Leonardo, 9 anni, giocatore del 40K che mi fa questo disegno e mi dice che “il Caos è cattivo ma anche l’Imperium non è tanto buono però” 💣💣

INFO PER INCONTRARCI AL PLAY!

 

Sabato 18 maggio sarò al Modena Play!

Come l’anno scorso, non sarò lì in veste di espositrice ma prenderò comunque parte a diversi eventi, quindi ho pensato che fosse comodo fare questo riassunto per tenere traccia dei miei spostamenti:

💣 Al mattino sarò semplicemente in giro per la fiera, perché voglio passare a salutare tanti amici, espositori e associazioni che non ho occasione di incontrare spesso di persona, oltre che (ovviamente) fare incetta di nuovi manuali, giochi e altre cose belle.

💣 Dalle 13 alle 16 sarò ospite dagli Araldi (Padiglione B, Stand B55) per fare da Cartomante a una one-shot di Sine Requie Anno XIII ambientata nel Soviet.

💣 Dalle 16.30 alle 18.30 mi sposterò invece allo stand di Mordheim Italia (presso l’area War Pit) per partecipare a una partita narrativa aperta al pubblico.

In generale, se mi vedete passare e volete fermarmi per un saluto e quattro chiacchiere non fatevi alcun problema: lo sapete, mi fa sempre piacere!

IL GIOCO DELLE LUCI con DAVIDE RICCARDI [DEVLAN MUDCAST EP. 4]

Una vetrina sul modellismo per conoscere alcuni dei migliori artisti del settore, guardare le loro opere e farci raccontare la loro visione, cosa li ha ispirati e quali tecniche preferiscono.

L’ospite di oggi è Davide Riccardi, un hobbista che ha voluto applicare la sua conoscenza professionale nel campo dell’illuminazione teatrale anche alla pittura di miniature, creando giochi di luce e riflessi eccezionali!

Musica di sottofondo: Godmode – To Pass Time
Immagine di sottofondo creata da Starline.

Close