SONO STATA AL VILLAGGIO DELL’ORSA!

“Non fu difficile trovare l’entrata del villaggio, anche se la strada che conduceva verso l’interno era nascosta da alcuni arbusti e alberi intrecciati.
Il sentiero li portò a una schiera di abitazioni.”

 

Sono stata al Villaggio dell’Orsa – quello vero, che mi ha ispirata durante la stesura dei romanzi – e credo che, a oggi, queste foto siano la cosa più vicina alla realtà raccontata ne L’età della polvere.

Tra qualche mese ci saranno delle novità a riguardo (vorrei dirvele oggi ma DEVO trattenermi per forza).
Nel frattempo vi condivido questi primi scatti, i prossimi li teniamo per altre occasioni speciali!

Ringrazio la Scuderia La Colombera per la disponibilità degli operatori che mi hanno aiutata durante le foto, Ste e Dany per il supporto tecnico e Yankee che ha interpretato Edward in modo superlativo.

CI VEDIAMO A MARGINALIA!

 

Il 23 e 24 marzo mi trovate a Marginalia, la fiera letteraria dedicata a tutto ciò che è weird, horror e perturbante!

Non vedo l’ora: saranno due giorni di riflettori puntati sulle opere “di nicchia”, più particolari, con tanti ospiti, esposizioni e conferenze interessanti.
E allo stand di Edikit, il mio editore, troverete anche me, assieme ai romanzi post-apocalittici della serie “L’età della polvere” e a “LEVEL UP!”, la guida che ho scritto per chi vuole approcciarsi al gioco di ruolo.

L’ingresso è gratuito, quindi se siete in zona passate a trovarmi anche solo per un saluto e scambiare quattro parole. Sapete che mi fa sempre piacere!

💣 DOVE? via Sant’Uguzzone 8, Milano (presso la Casa dei Giochi). Stand Edikit.

💣 QUANDO? Sabato 23 e domenica 24 marzo, dalle 10 alle 19 (circa).

💣 COME MI RICONOSCETE? Non sarò in cosplay ma avrò in testa i miei soliti occhialoni. Dovreste riuscire a trovarmi facilmente!

Per il programma completo e altre info dettagliate, potete cliccare qui.

SINE REQUIE – IL VOLO DELLA MOSCA (SPOT PUBBLICITARIO UFFICIALE)

Girato tra le ridenti campagne pavesi e la stazione centrale di Milano, ecco lo spot de “Il Volo della Mosca“, la mia avventura di Sine Requie edita da Serpentarium.

[Tutte le riprese sono state fatte da me – tra Pavia e Milano – e non ci sono immagini di repertorio. A tal proposito, ringrazio Stefano e i ragazzi che vedete nel video per la gentile partecipazione].

LIVE NATALE 2023 (feat. Serpentarium)

Ieri sera sono stata sul canale canale YouTube di Serpentarium per parlare delle dei 4 nuovi PDF natalizi in uscita: Sine Requie, L’Ultima Torcia, L’Ultima Bomba… avventure per tutti i gusti, pronte per essere giocate!

Personalmente sono stata molto, ma molto felice di presentare “Il Volo della Mosca” e farvi conoscere tutti i retroscena/segreti/misteri dietro la corsa N.1414.

Spero che quest’avventura giocata su tensione e scarsità di tempo a disposizione faccia divertire Cartomanti e giocatori!

Ci tengo poi specialmente a ringraziare Giulia Mannucci, autrice della copertina, che anche questa volta ha rappresentato a pieno lo spirito – maligno – della mia storia 💀💀)

RIASSUNTONE DEL MILANO WARGAMES 2023

 

Post che riassume il mio “Milano Wargames 2023”

È andato tutto ben oltre le aspettative! Dai tanti sopravvissuti interessati all’Età della polvere, ai regalini che mi avete fatto e, ancora, i momenti trascorsi in compagnia di chi è passato per salutarmi!

Insomma, questa fiera è speciale per me – già da molto tempo prima di diventare Media Partner – e potrei dire che, con il Lucca Comics, è uno di quei luoghi dove mi sento più a casa. E voi direte: “grazie al cavolo, da Novegro a Pavia è mezz’oretta di macchina”.

In ogni caso, sono davvero grata non solo per le vendite ma in generale per il vostro affetto.
Mi fa piacere conoscervi per la prima volta – perché così riesco a dare un volto a chi mi scrive – oppure ritrovarvi a distanza di mesi e vedere che state bene!

Concludo con una TOP 5 delle frasi/momenti di questa giornata:

1. “Faccio vedere i tuoi Senza Impegno al mio bimbo e quando non capisce qualcosa gli spiego”. Questo mi lusinga e preoccupa, dovrò dire meno parolacce nei Bloopers.

2. “Layra è la mia donna ideale”. Questo mi lusinga e preoccupa.

3. “Mastercode è proprio un pezzo di m***a”. Questo mi fa piacere.

4. “Quanto costa provare il Pip Boy?” Questo mi fa pensare. Vado a ripassarmi la legge della domanda e dell’offerta.

5. La vittoria degli Skaven in una partita di Mordheim. Non so come sia potuto succedere ma è successo. Tra l’altro, commettendo gli stessi errori dell’anno scorso tra cui ‘sto vizio infame di lanciarmi giù dai ponti e spiaccicarmi a terra. Stavolta però, qualche pezzo di Malapietra l’ho recuperato.

Ringrazio anche gli organizzatori e gli altri Media Partner ed espositori che hanno contribuito a rendere l’evento speciale:

Milano Wargames
Parco Esposizioni Novegro
Wargames per Passione
Coboldo Channel
UniNerd
PWORK Wargames
Lorenzo Sartori
Mordheim Italia
Wild Thing Studio
I Tremendi Dèi del Caos
La Bioflotta
Mastress of Evil
Lou Miniatures
Talisman Hobby & Games
Cousins’ War Italia
Labmasu Games

(IMPORTANTE: trovate tutte le foto con voi su Instagram, tra le Storie in Evidenza!)

L’ETÀ DELLA POLVERE – I CANI DI RAIKARD È DISPONIBILE PER L’ACQUISTO!

 

Ancora stordita dal Lucca Comics ma pronta a lanciarmi al Gardacon, vi lascio tutte le info utili per acquistare l’Età della polvere – I cani di Raikard – l’ultimo capitolo della mia saga post-apocalittica ambientata nella Devastazione.

Non riesco a scrivere l’emozione che provo, dopo tre anni il ciclo si è concluso.

E allora vi metto questa foto da “imprenditrice indipendente ed emergente di startup post atomiche” e vi racconto la trama dei tre volumi.

Sono romanzi corali – i capitoli seguono il punto di vista dei protagonisti e degli antagonisti – ambientati in un mondo distrutto, pericoloso e ostile.

💣 Il primo libro “Il Nero e il Giallo”, presenta due fazioni: Le Bande Gialle, schiavisti che vogliono ripulire il mondo dalle aberrazioni causate dalle radiazioni e il Guanto Nero, mercenari al soldo di facoltosi umani o mutanti. In mezzo a questo conflitto, un gruppo di sopravvissuti che vogliono solo vivere tranquilli.

💣💣 Nel secondo libro “Il villaggio dell’Orsa”, il gruppo di superstiti cerca di trovare un proprio equilibrio ma rancori, tensioni e sparizioni improvvise minano la tranquillità della popolazione.

💣💣💣 Il terzo “I cani di Raikard”, vede il ritorno del gruppo di predoni più sanguinari e bestiali che, ciclicamente, piagano i territori liberi rivendicando con forza cibo e acqua e distruggendo tutto ciò che trovano sul loro cammino. Nessuno ha il coraggio di sfidarli, tranne il fondatore della Rete, Redhead, intenzionato a fermare l’avanzata del Basileus.

Ma dove potete trovare l’ultimo volume?

Sul sito di Edikit, su Amazon e sugli store di Mondadori e Feltrinelli.
Lo potete anche prenotare nella vostra libreria di fiducia o scrivermi in privato (ho ancora qualche copia qui con me!)

L’ETÀ DELLA POLVERE E LEVEL UP AL GARDACON!

 

Appena tornata da Lucca, pensavo di appendere gli occhialoni al chiodo per qualche settimana… E INVECE NO!
Non ci si ferma un secondo!

Ci vediamo al Gardacon: la fiera del fumetto, del videogioco e della cultura pop con la trilogia completa de l’Età della polvere e LEVEL UP!, la mia guida introduttiva al gioco di ruolo. Con me ci saranno inoltre tutti i segnalibri e le spillette esclusive della saga.

Se non ci siamo incontrati a Lucca o se ci siamo incontrati e avete piacere di rivederci, passate a trovarmi anche solo per un saluto e quattro chiacchiere!

💣 DOVE? Centro Fiera del Garda, Via Brescia 129 – Montichiari (BS). Padiglione 8, Stand 51 (Edikit editore).

💣 QUANDO? Domenica 12 novembre (dalle 10.00 alle 18.30).

💣 COME MI RICONOSCETE? Sarò in costume da predona post-apocalittica. Non potete sbagliare!

LUCCA 2023 “SENZA IMPEGNO”

Dopo tre anni la saga dell’Età della polvere si è conclusa. Faccio fatica a realizzarlo, mi ci vorrà ancora qualche settimana. Ma quando sei così dentro a un progetto, diventa la tua quotidianità e ora, senza la Devastazione, sarà stimolante capire cosa vorrò sviluppare.
(Forse altre storie ambientate nella Devastazione? O qualcosa di completamente diverso?)

Edikit comunque mi ha sempre supportata: è un piacere collaborare con Tommaso e un’emozione grande aver concluso la trilogia a Lucca, dove tutto ha avuto inizio.

E parlando di occasioni importanti, ringrazio i ragazzi di Serpentarium che mi hanno coinvolta in questa edizione – tra l’altro ventennale di Sine – come Cartomante. È stato un onore essere presente e poter dare il mio contributo (come sollevatrice di Expiator).
Purtroppo nella foto non c’è il Curte che era in giro, di notte, a cercare un Graal che pare sia la miglior coppa italiana del 2023).

E ora veniamo a noi.

Ma siete impazziti??
Siete passati a trovarmi in tantissimi, non mi aspettavo di ritrovarvi così numerosi e soprattutto così legati alla trilogia – o comunque ai contenuti che vi propongo –

Grazie davvero di tutto.
Siete splendidi (soprattutto i lealisti, i caotici erano in giro a divertirsi) 💣💣

I LUOGHI DE L’ETÀ DELLA POLVERE – DRAINEK

 

[VERSIONE INTEGRALE]

 

Siamo già arrivati all’ultimo appuntamento con i luoghi dell’Età della polvere.

Chiudiamo quindi con un luogo che in realtà è un aneddoto: Drainek.
Città incastonata nella roccia che, nella Devastazione, ha un ruolo molto preciso: produrre droga. Un mercato florido in molte ambientazioni.

Ma da dove è nata l’idea?
Per scoprirlo, dobbiamo tornare alla culla dei miei migliori traumi: Gropello.
Paese nascosto dal Parco del Ticino – che ne delimita i confini – posso affermare con certezza che d’estate non offra molti stimoli per due ragazze di 14 anni. Per nessuno, in realtà.

E allora che si fa?
Si ascolta musica, poi due accordi con la chitarra e via, a esplorare i sentieri di quella vasta riserva che accoglie lepri e cinghiali. Ma anche drogati.
Ora non mi chiedete perché, ma in quegli anni era tornata di moda l’eroina. Lo so perché ne parlavano tutti, era sui giornali, e anche se non mi era ben chiaro cosa fosse, aleggiava minacciosa, come una nube radioattiva.
L’eroina era arrivata anche lì e c’era un punto preciso del parco in cui si diceva si radunassero le persone che ne facevano uso.

Ci era stato raccomandato molte volte di starci lontano ma più ne parlavano male più eravamo spinte dalla morbosa e imbecille curiosità di vedere quel luogo con i nostri occhi.
E così, dopo tante incertezze e titubanze – perché è chiaro, stavamo facendo qualcosa di terribilmente sbagliato e vietato – ci siamo messe in viaggio.

Non so cosa ci aspettassimo di trovare ma una volta arrivate al luogo del “raduno”, semplicemente, non abbiamo trovato nessuno.

Solo mucchi di siringhe abbandonate, schiacciate a terra, sporche di m***a e piscio.
E quell’assenza, non so, è stata devastante.

Close